Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2013

Questo è ormai il terzo post che dedico alle chiavi di ricerca bizzarre: avrei voluto pubblicarlo a gennaio, inaugurarci l’anno a mo’ d’inventario e ripartire di slancio, ma in quel momento il materiale latitava, e ho dovuto rinviarlo a data da destinarsi. In questo primo stralcio di 2013, inopinatamente, l’entropia internettiana ha ricominciato improvvisamente a fare il mio gioco, e il retrobottega del blog si è riempito di primizie, che vado pazientemente a squadernarvi qui sotto a mo’ di raffica di incongrue sorpresine pasquali. Sui presupposti teorici dell’operazione non ho nulla da aggiungere, almeno fino a quando non mi deciderò a mettere in pratica l’antico proposito di studiare rudimenti di SEO, ragion per cui vi rimando ai due post precedenti (uno e due) e mi limito a confermare le tendenze già abbondantemente confermate in passato: i visitatori casuali su queste pagine cercano soprattutto divanimarziani pornazzi di ogni genere e forma, e spesso la terza categoria si incrocia con la prima e la seconda generando ibridi raccapriccianti. D’altro canto, la preponderanza assoluta della pornografia su internet fa sì che l’infoiato di turno possa capitare su potenzialmente qualunque sito a partire da qualunque criterio di ricerca, e mi rendo conto che quest’ultima affermazione funzionerebbe egregiamente come corollario informatico della Legge di Murphy. Prima di lasciarvi alla lettura vorrei ricordare che nel corso dell’ultimo anno e rotti (le statistiche di WordPress cominciano il 25 febbraio 2012)  ho ricevuto una visita da ciascuno dei seguenti paesi: Gabon, Iraq, Pakistan, Siria e Sri Lanka, e addirittura tre visite dal Mali e non riesco francamente a capacitarmene. Sono propenso a attribuire le ventuno visite dall’Indonesia alle recensioni musicali (anche se poi c’è di mezzo una barriera linguistica bella spessa), ma per i casi isolati che ho appena elencato non riesco a formulare ipotesi anche solo lontanamente decenti e a volte resto immobile a scrutare la pagina di statistiche come in attesa che dallo schermo fermentino spontaneamente le risposte ai miei affannosi quesiti. Non succede mai, però in compenso mi bruciano gli occhi smodatamente. Ma piantiamola qui. I risultati sono come sempre in ordine alfabetico: lo spazio dei commenti è a disposizione per rettifiche e segnalazioni.

1° io non ci vado per la festa del patrono: quando una faida locale finisce per generare precetti di vita.

5 frasi con neologismi earche: io ho trovato solo un sito di e-commerce. Costruirci cinque frasi non fotocopiate mi sembra compito ingrato.

a huevo significato: tipica espressione dello slang messicano sostanzialmente traducibile, a seconda del contesto, in due modi sostanzialmente antitetici: 1) “alla grande” 2) “per forza”, “obbligatoriamente”.

accompagnatrice chi l’ha gia fattoma a te quale lato della barricata interessa?

accompagnatrici rende: sicuramente il nostro internauta cercava escort nel comune della provincia cosentina, ma mi piace credere che in realtà si stesse chiedendo se si tratta di un’attività redditizia.

al filo de la irrealidad e una canzòone di albano? interrogativo angosciante come pochi. Secondo Youtube si tratta di un pezzo di Bustamante e a parte i virtuosismi passionali ogni due per tre mi sembra abbastanza lontano dallo stile del Carrisi.

alla fine della vita di un divano: uno squarcio di poesia come quelli dai quali spuntano le molle sfondate.

arriva arriva non ti preocupare acapella: il pezzo originale è questo e mentre lo scrivo sto ascoltando i Legendary Pink Dots, quindi lo segnalo puramente per spirito di servizio. Versioni a cappella su Youtube non se ne trovano.

asi que la nomina no la tendrè: in spagnolo significa grossomodo “quindi non avrò lo stipendio” e se date un’occhiata al tasso di disoccupazione spagnolo capirete quanto questa frase suoni drammaticamente reale. Sì, sì lo so, stiamo tutti con le pezze al culo.

assicurazioni auto furto incendio manca 1 chiave: se è la chiave della macchina e te l’hanno sottratta di nascosto per poi darle fuoco, ti consiglio di cambiare immediatamente compagnia.

bagnacavallo almanacco telefonico: dicitura desueta e affascinante che potrei attribuire a un qualche attempato compaesano alla vana ricerca del sito delle Pagine Bianche.

belen che fa i pompini: video noioso, immagini sfuocate, se proprio vuoi il mio parere. Deludente.

busta di piscio: non usarla se devi spedire una lettera di fuoco. Sarebbe un modo inglorioso di spegnerne l’ardore.

calcolo se mi metterò: per un risultato più accurato, mi permetto di raccomandare di non scartare la variabile dove.

cazzo viene nei capelli divano: frase che è un eccellente materiale grezzo per il simpatico giuoco della punteggiatura: rileggerla aggiungendo virgole a piacere e punti di domanda offre alcuni momenti di piacevole allegria anche se, per il divertimento di tutta la famiglia consiglio enunciati più innocenti.

come erano pettinati i beatles: e lei ti risponderà che c’è un discrimine fondamentale tra le acconciature 1962-1966 e quelle 1967-1970, che aldilà delle questioni tricologiche riguarda anche la musica composta dal quartetto. Io sono totalmente per il secondo periodo.

come foderare un divano di due poster: le velleità di bricolage degli internauti non hanno confini. Sulla stessa falsariga troviamo chi il divano lo vuole foderare con carta a fumetti. Non contate sulla mia collezione.

come si chiamava quel gioco che sparavi ai marziani? Space Invaders. Toh, fatti una partita.

come uccidere un marziano: esistono in commercio vari testi che con un po’ di buona volontà potrebbero essere considerati manuali basici. Uno dei più antichi s’intitola “La guerra dei mondi” e ne hanno anche tratto alcuni video didattici.

completamenti tabelle settimana enigmistica: questa potete spiegarmela? Me l’hanno cercata un paio di volte, con varianti.

“cotto e magnato” significato: potrebbe trattarsi di uno straniero studente d’italiano che cerca di addentrarsi coraggiosamente nella selva impervia del nostro linguaggio parlato. In tal caso, complimenti. Se si tratta di un italiano, va detto che non brilla per intuito, se mi passate l’eufemismo estremissimo.

crepet: il famoso psichiatra baffuto o no a seconda del momento era già apparso nel precedente post dedicato alle chiavi di ricerca, e la cosa autenticamente meravigliosa è che l’utente del caso era arrivato su queste pagine senza che ne avessi mai fatto menzione esplicita. Ovviamente, a partire da quel momento si è creato un precedente, anche se mi piacerebbe sapere quante pagine di ricerca bisogna sciropparsi per arrivare qui inserendo su Google solo il cognome. No, non vi sto esortando a controllare per me, si fa per dire.

danni ambientali con photoshopno, quelli non si possono ritoccare, mannaggia a te.

denunce buttafuori apolo barcellona: io un buttafuori dell’Apolo lo conosco, un signore molto simpatico e pacioso, abbastanza lontano dallo stereotipo della professione. Se hai premura, posso provare a chiedere qualcosa con molta discrezione.

di quale complesso faceva parte maurizio vandelli: Equipe 84. Spero di esserti stato utile. Dopo il post sul 29 settembre sono arrivati su questi lidi molti internauti sulle tracce del modenese. Mi fa piacere, visto che nell’ambito del bitt nostrano ho sempre avuto un debole proprio per l’Equipe. Segnalo anche la condivisibile ancorché bizzarra chiave di ricerca chi meglio di( maurizio vandelli)per lo speciale su battisti.

dialogo della natura e di un islandese commento: rispolvero questo golden classic, che probabilmente andrà avanti all’infinito.  Infinito, capite? Sto cercando di captare ulteriore traffico da studenti fancazzisti con tecniche sottilissime. O piantare questa ginestra o saltare dalla finestra.

dico sto casino che cosa e’: benvenuto su Divano Marziano. Scusa, non ho avuto il tempo di riordinare le parole. Ma siamo appena alla D.

disegni bambini presa della bastiglia: ovviamente, se inserite questa chiave di ricerca su Google Images non ne troverete neanche uno.

divani marziani: questo cercava me, ma a quanto pare vede (almeno) doppio.

e un brano maestroso: ma che musica, che musica… No, non ce la posso fare.

è vero che chi cerca trova la ragazza? Vediamo, con una risposta sincera potrei danneggiare irrimediabilmente una psiche fragile. Diplomazia, diplomazia. Beh, sì.

film porno oracolo di delfi: un ossimoro. Cosa c’è di meno criptico di un film porno?

foto di teste quadrate buffe: e qui mi chiedo: ma come cazzo sei riuscito a finire in un blog senza immagini?

foto relative dei marziani: se l’uso delle preposizioni può essere così relativo, perché non possono esserlo anche un paio di foto sfuocate di extraterrestri?

furto in casa non è venuta la polizia scientifica: prima ti derubano e poi ti negano la possibilità di dare un taglio cinematografico alle tue disgrazie. Che vitaccia.

grindcore senso: ho sempre pensato che meno ne ha, meglio è. L’essenza del genere sta tutta nella sua insensatezza. O mi stai dicendo che ti fa senso?

gruppi italiani che spaccano: yeah, la scena italiana ne è piena. Spettacolare chiave di ricerca per uno dei pochissimi ambiti della vita umana che mi accende di autentico orgoglio patrio.

ho toccato il psuo pene: e pcom’era? Pgrosso?

il tras sparato in italia: tra probabili errori di battitura e verbi usati transitivamente un po’ a cazzo, si delinea una storia torbidissima.

io qui ignara: parrebbe Shakespeare, Romeo e Giulietta. Non avevo colto la citazione. Ne approfitto per lanciare altre esche e intanto leggo e imparo.

ironia ha rotto: e siamo appena alla I. Mi dispiace un sacco.

la denuncia deve riportare la vera dinamica dei fatti? Fa’ come ti pare, ma ricorda che le bugie hanno le gambe corte. Non ci metto niente a rovinarti col mio pool d’avvocati.

manuela arcuri che fa un pompino: ah, no, questo non l’ho visto. Poi se lo trovi mi dici com’è, ok?

mi fa sempre freddo nelle ossa: l’autodiagnosi tramite Google, un passo significativo per il peggioramento della qualità di vita (quella che resta, naturalmente) di tutti gli ipocondriaci del mondo.

morbidezza in musica: true Perlana sound.

n, me estoy llendo a la escuela , porque al final hoy tengo: joder, ve rápido, a ver si todavía pueden hacer algo para tu ortografía…

non avevamo il cellulare: e alla fine si viveva bene lo stesso, eh? Però è anche utile, ricordo quando nel ’74 andammo a fare quella gita in Liguria ognuno con la sua macchina, e a un certo punto in autostrada perdemmo di vista la 126 di Mario e sua moglie, che poi ci telefonarono all’albergo dove avevamo prenotato, che senza accorgersene erano arrivati alla frontiera con la Francia. Se avessimo avuto il telefonino… Bei tempi, comunque.

non so neanche io che cosa stò cercando: di fronte alla tua incertezza diffusa, ti consiglierei di cercare le regole d’accentuazione della lingua italiana, intanto che ti schiarisci le idee.

numero di polizia edere: chiave di ricerca forse viziata da un errore di battitura che mi dà buon gioco per abbozzare cazzate senza costrutto tipo “corpo paramilitare del Partito Radicale” o l’ipotetico slogan pubblicitario “attaccati ai criminali 24 ore su 24”.

oltretomba agenzia funebre: unisciti anche tu al mondo dei più!

piede amarazzato si po dire piede violo: se parli troppo tecnico non ti capisco.

piazze più famose alla terra: è una specie di dativo etico, no? Che cazzo devono fare queste povere preposizioni perché smettiate di straziarle impunemente?

piu’ ci pensi e piu’ non arriva: prenditi un lassativo, un buon libro e perditi nei dettagli della trama finché non arriva l’ora X. Buona fortuna.

poltrone dorate: ennò, il valore fondamentale per una poltrona è la comodità, non m’interessa sapere quanto costa all’oncia.

porno dormendo: è cosa abbastanza ancestrale, si chiama sogno erotico.

proporzioni esterne aerei: quando volo con Ryanair tendono a preoccuparmi di più quelle interne. Come saprete infatti, per i passeggeri sopra il metro e cinquanta d’altezza è proibitivo portare le gambe in cabina come bagaglio a mano.

riprendere una cosa inanimata: due ipotesi: 1) lavora molto di inquadrature, non credo che comincerà improvvisamente a ballare l’hully gully. 2) Perché non parli? (cit.)

rock demenziale playlist: un post sui migliori dischi italiani di rock demenziale, in effetti, ci starebbe bene. Mi prendo tempo per soppesare questo involontario suggerimento.

scusa se non fermo qui ma vivo a modo mio e vivo d’emozioni son così: nel caso non l’abbiate riconosciuta (io non la conoscevo e non ne sentivo ferocemente la mancanza), non vi svelerò il titolo per invitarvi a riflettere su una di quelle pratiche che con internet si sono improvvisamente diffuse tra gli esseri umani: introdurre in un motore di ricerca un brandello di testo di una canzone che hai sentito in giro e di cui non sai il titolo e sperare fortissimo di averci azzeccato. Certo, esistono anche applicazioni che riconoscono direttamente le canzoni con un buon margine d’approssimazione, ma sono troppo pigro e stupidamente romantico per abbandonare questa croce e delizia della vita del music fan (e poi quelle applicazioni di merda azzeccano solo una percentuale minima della musica che ascolto).

spiritosaggini in sardo: un interessante spaccato di umore etnico, anche se probabilmente chi usa una parola come “spiritosaggini” ha un senso dell’umorismo troppo anemico o inamidato per poter ridere di pancia. A questa chiave va comunque il premio della critica 2013.

tifosi espanyol sono in minoranza a barcellona: verissimo, la sproporzione numerica è schiacciante. Se durante un derby senti per strada un urlo isolato, tra il disumano e il liberatorio, lunghissimo e viscerale,  vuol dire che ha pareggiato l’Espanyol. True story. Con i gol del Barça, di solito, partono i fuochi d’artiglieria, specie durante le partite di Champions.

trucchi per vedere se aprono un cassetto: chiave di ricerca che tradisce evidenti velleità spionistiche.

tutti i film porno di rosy: resta aperta la pista di una non meglio identificata casalinga porca porca porca, perché così a mente fredda l’unica Rosy che mi viene in mente è stata insultata da Berlusconi proprio per non avere il physique du role del mestiere, contrariamente alla Minetti, che a quanto pare sta seriamente valutando una carriera nel settore: le auguriamo di trovare la sua autentica vocazione. Già che ci sono, faccio pubblicamente ammenda per una battuta sciocchina che piazzai tra il lusco e il brusco in uno dei miei primi post proprio a riguardo della Rosy di cui sopra, che anche solo per la risposta a Berlusconi ha ampiamente dimostrato di possedere una considerevole dignità. Sorry.

un pompino marziano: più sopra si parlava di sterminarli. Vedo che tu preferisci farci l’amore, grossomodo.

venditore porta a porta treccani: volevo scrivere qualcosa tipo “ormai saranno rimasti quattrogatti”. Coraggiosamente mi autodenuncio e abbandono i propositi di formulare meglio la battuta, perché avrebbe fatto schifo comunque.

video musicale uomo che piscia in un tubo dal divano: probabilmente hanno inventato il concetto di heavy rotation per questo video. Sono benvenute segnalazioni.

vivailparroco: colgo l’occasione per ricordare la storica tagline del blog, che ho sostituito circa sei mesi fa: riflessioni erratiche e prevalentemente errate. Parole alla vivailparroco. Inezie. Un blog, insomma. L’unico piccolo dispiacere legato al cambio è appunto la rimozione di quel “vivailparroco”. Tutto attaccato. Mi sta venendo voglia di reinserirlo.

http://www.storicoporno.it: “La pagina web non è disponibile. La pagina web all’indirizzo http://www.vaginespalancate.it/ potrebbe essere temporaneamente non disponibile oppure è stata permanentemente spostata a un nuovo indirizzo web. Errore 21 (net::ERR_NETWORK_CHANGED): Errore sconosciuto”. Lutto tra gli appassionati del porneplum.

http://www.vaginespalancate.it: “La pagina web non è disponibile. La pagina web all’indirizzo http://www.vaginespalancate.it/ potrebbe essere temporaneamente non disponibile oppure è stata permanentemente spostata a un nuovo indirizzo web. Errore 21 (net::ERR_NETWORK_CHANGED): Errore sconosciuto”. Quindi esisteva. Guarda un po’.

you porn diabolik incua ginko: anche ovviando all’errore di battitura, su YouPorn digitando questa chiave di ricerca si trova unicamente un video di Franco Trentalange con una signorina che peraltro non assomiglia minimamente a Eva Kant. Il mistero è fittissimo. Se qualcuno sa qualcosa di una parodia pornografica della creatura delle sorelle Giussani è pregato di mettersi in contatto con me, ne darò notizia al prossimo post di vaccate.

Per il momento, continuate pure a cercare su google qualunque borborigma che vi passi per la testa. Se tutto va come deve, ne riparliamo a gennaio 2014.

Annunci

Read Full Post »